Il cuore e’ idiota di Davy Rothbart Baldini&Castoldi

<Una sera dell’inverno seguente, il vecchio Dodge si ruppe sulla superstrada vicino a casa, e mentre aspettavo il carro attrezzi e il freddo si insinuava nell’abitacolo, cominciai a fare il gioco che faccio quando mi sento solo, quello in cui ripenso a tutte le mie relazioni passate, meravigliandomi che nella mia vita siano entrate così tante ragazze dolci, belle e intelligenti, e che ogni volta io sia riuscito a mandare tutto in vacca. Il gioco di soliti termina con il sottoscritto che chiama duro tre di queste ex, lasciando un messaggio con voce depressa sui loro cellulari o sulla segreteria di casa. Invariabilmente, uno dei loro nuovi ganzi chiama per dirmi: “Ciao, ho sentito il tuo messaggio, Emilie è in Cile per due settimane, ma sembravi davvero giù… Ti ho chiamato solo per controllare che stessi bene”.>

Davy Rothbart cerca l’amore in tutti i posti sbagliati. Di continuo. In pratica si innamora perdutamente di ogni bella ragazza che incontra, ma è raro che sia ricambiato. Spesso e volentieri salta in macchina e sfreccia per mezza America con il cuore in mano e immancabilmente se ne viene fuori con idee e imprese stravaganti, che alla fine riesce sempre a realizzare. Be’, quasi sempre. Ma anche quando le cose non vanno come dovrebbero, Rothbart trova un senso e un motivo d’ironia in ogni situazione. Che affronti un imbroglione deciso a spillar soldi ad aspiranti scrittori o dissezioni un caso di omicidio per cui è finito in carcere un amico potenzialmente innocente o che si risvegli nudo in un parco di New York, niente (e nessuno) è off limits.

 

Lascia un commento