La traiettoria delle lucciole BeccoGiallo

Antologia del nuovo giornalismo a fumetti italiano

Le lucciole regalano lampi di luce.
Per amore, suggeriscono flebili bagliori ai loro simili. Richiamano la loro attenzione: una pulsazione silenziosa, ostinata, come la mano alzata di chi non si accontenta e chiede di saperne di più.
Come le stelle per i naviganti, come i fari arroccati sul mare, diventano tracce per ritrovare la strada di casa.
Oggi è raro vederle passare: l’avidità dell’uomo, l’inquinamento dell’aria, dell’acqua, del suolo, la cementificazione selvaggia, le hanno decimate. Sopravvivono in esilio, confinate in zone protette, in fazzoletti di terra scampati alla speculazione.
Qualcuno sostiene che stiano tornando.
Ricominciare a seguirle, pulsazione per pulsazione, ridisegnarne le traiettorie, è un esercizio impegnativo: richiede anime pazienti.
Reclama silenzio.

Lascia un commento