Dalle rovine di Luciano Funetta tunué

dalle-rovine

Il collezionista di serpenti Rivera, grazie a un video amatoriale, entra in contatto con l’insolita e seducente scena della pornografia d’arte. Tale esplorazione si trasforma ben presto nella discesa in un abisso popolato da figure tenebrose, tra le quali spicca l’enigmatico argentino Alexandre Tapia. Proprio attraverso la frequentazione di Tapia, Rivera scoprirà un universo di abiezioni private e catastrofi collettive, vittime invisibili e carnefici rimasti impuniti. Uomini, come scriverebbe Vollmann, che rappresentano un incubo per se stessi, e che aspirano a sublimare le loro vite in un’ultima, sanguinaria opera d’arte.

Lascia un commento